Marocchino: “Pirlo non ha colpe. Se Juve arriva quarta e vince la Coppa Italia fa il massimo”

La crisi della Juventus vista da Domenico Marocchino. “Il discorso è risaputo – dice l’ex bianconero ai taccuini di Tuttomercatoweb.com – sono partiti tre centrocampisti che sono stati due campioni del mondo, più Pjanic. Le alternative sono valide ma non hanno la loro stessa intelligenza calcistica. Quel settore è la zona nevralgica del campo e rispetto agli anni scorsi è meno tecnica. Tra l’altro ero anche estimatore di Mandzukic, faceva la guerra davanti e se saltavi la metà campo lo servivi. Con quelle caratteristiche non ci sono altri giocatori. Son venuti a mancare certi giocatori specifici e poi nelle partite ho visto parecchi errori difensivi. Allegri ha detto giustamente che le grandi partite si vincono difendendo bene. Pirlo ha fatto giocare tre elementi del settore giovanile, cosa mai successa nella storia della Juve. Ha dovuto fare di necessità virtù”.

La sconfitta di ieri è la conferma che il progetto è stato sbagliato?
“Dopo 9 scudetti credo che nella storia del campionato italiano una seri di titoli così non si vedrà più. E può succedere che un anno vada diversamente. Io dico che se la Juve vince la Coppa Italia e arriva tra le prime 4 fa il massimo. Spiace che molte partite siano state condizionate da errori difensivi e passaggi sbagliati ma i tifosi devono capire che un anno così può starci. Anch’io anni fa ero modaiolo poi sono invecchiato e ora sono più classico”.

Pirlo quali colpe ha?
“Non gli dò grandi responsabilità: il lavoro degli allenatori che lo hanno preceduto è stato notevole, hanno vinto. Ma quando rilevi un’attività che da anni va bene il rischio è che la concorrenza ti crei problemi. L’ideale sarebbe averlo avuto in campo Pirlo”.

About Juventino84